FEGATO

Cisti epatiche semplici

Le cisti epatiche semplici, rilevate frequentemente in corso di ecografia epatica (circa un caso su 20), sono delle lacune ripiene di liquido sieroso spesso a contatto con la superficie del fegato. Non rivestono nessun particolare significato patologico tranne quando si complicano per emorragia o infezione. In alcuni casi a causa delle grosse dimensioni possono essere causa di fastidi o di compressione sugli organi vicini. In tutte queste condizioni l’intervento può essere sempre eseguito per via laparoscopica asportando una porzione della capsula della cisti che viene così “fenestrata”. Questo intervento è più spesso eseguito in concomitanza con altre procedure chirurgiche,

Tumori benigni del fegato

L‘indicazione al trattamento laparoscopico dei tumori benigni del fegato (adenoma, cistoadenoma e “focal nodular hyperplasia” – FNH) è possibile in rapporto alla dimensione, alla localizzazione ed alla esperienza dell’operatore. L’integrazione con l’ecografia laparoscopica e la robotica ha esteso l’indicazione anche a casi riservati prima al trattamento tradizionale a “pancia aperta”.
Un capitolo a parte meritano gli angiomi epatici per i quali si interviene solo se ne evidenzia l’accrescimento volumetrico o in presenza di complicazioni. Il trattamento di prima scelta è in genere l’embolizzazione. Chirurgicamente l’intervento è più spesso con tecnica tradizionale.

Metastasi epatiche

Le metastasi epatiche trovano indicazioni al trattamento chirurgico in rapporto all’origine (soprattutto se sono a partenza da cancro colorettale), al numero ed alla dimensione. Anche per questa condizione patologica la disponibilità di ecografia laparoscopica e del robot estende la possibilità di eseguire interventi resettivi con tecnica mininvasiva.
La più rapida ripresa post-operatoria ottenuta in questo modo consente di migliorare l’integrazione della chirurgia con la chemioterapia garantendo così migliori risultati terapeutici.

Epatocarcinoma e colangiocarcinoma

La chirurgia resettiva di queste condizioni patologiche è più spesso eseguita per via tradizionale laparotomia anche se in casi selezionati l’intervento può essere completato con tecniche mininvasive.