Fegato

Fegato

Cisti epatiche semplici

Le cisti epatiche semplici, rilevate frequentemente in corso di ecografia epatica (circa un caso su 20), sono delle lacune ripiene di liquido sieroso spesso a contatto con la superficie del fegato. Non rivestono nessun particolare significato patologico tranne quando si complicano per emorragia o infezione. In alcuni casi a causa delle grosse dimensioni possono essere causa di fastidi o di compressione sugli organi vicini. In tutte queste condizioni l’intervento può essere sempre eseguito per via laparoscopica asportando una porzione della capsula della cisti che viene così “fenestrata”. Questo intervento è più spesso eseguito in concomitanza con altre procedure chirurgiche

Tumori benigni del fegato

L’indicazione al trattamento laparoscopico dei tumori benigni del fegato (adenoma, cistoadenoma e “focal nodular hyperplasia” – FNH) è possibile in rapporto alla dimensione, alla localizzazione ed alla esperienza dell’operatore. L’integrazione con l’ecografia laparoscopica e la robotica ha esteso l’indicazione anche a casi riservati prima al trattamento tradizionale a “pancia aperta”. Un capitolo a parte meritano gli angiomi epatici per i quali si interviene solo se ne evidenzia l’accrescimento volumetrico o in presenza di complicazioni. Il trattamento di prima scelta è in genere l’embolizzazione. Chirurgicamente l’intervento è più spesso con tecnica tradizionale.

Metastasi epatiche

Le metastasi epatiche trovano indicazioni al trattamento chirurgico in rapporto all’origine (soprattutto se sono a partenza da cancro colorettale), al numero ed alla dimensione. Anche per questa condizione patologica la disponibilità di ecografia laparoscopica e del robot estende la possibilità di eseguire interventi resettivi con tecnica mininvasiva. La più rapida ripresa post-operatoria ottenuta in questo modo consente di migliorare l’integrazione della chirurgia con la chemioterapia garantendo così migliori risultati terapeutici.

Epatocarcinoma e colangiocarcinoma

La chirurgia resettiva di queste condizioni patologiche è più spesso eseguita per via tradizionale laparotomia anche se in casi selezionati l’intervento può essere completato con tecniche mininvasive.

Perchè scegliere il Prof. Masoni

Procedure innovative per una ripresa più rapida.

Trattamenti Innovativi

Utilizzo della chirurgia robotica che rappresenta la più innovativa ed efficace alternativa all’intervento eseguito con le tecniche classiche.

Certificazione e Ricerca

Autore di OLTRE 170 pubblicazioni scientifiche. Carriera Universitaria e didattica. Relatore e moderatore congressi scentifici. Attività scentifica di ricerca. Aggiornamento costante.

Successo delle procedure

Oltre 10.000 casi di successo. Oltre il 90 % degli interventi vengono eseguiti per via laparoscopica. Esegue ogni anno circa 600 interventi di chiurgia addominale, di chirurgia della milza, del rene e del surrene e dell’apparato genitale femminile. E’ esperto di chirurgia proctologica e del pavimento pelvico.

Richiedi Informazioni

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del GDPR e del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” ai fini dell'attività relativa alla mia richiesta.

X